La metamorfosi degli uccelli

Sono più snelli ed hanno le ali più lunghe: effetti del cambiamento climatico?

Gina Chiacchiaro Pianeta Terra
Cilento - martedì 23 novembre 2021
La metamorfosi degli uccelli
La metamorfosi degli uccelli © web

Alcuni uccelli che vivono nella foresta Amazzonica, in una zona praticamente incontaminata, negli anni i loro corpi sono più snelli. Tutto ciò sembra coincidere con l'aumento delle temperature e le stagioni sempre più secche. 

Così alcuni uccelli della foresta pluviale incontaminata Amazzonica, hanno risposto ai cambiamenti climatici. Cambiano aspetto e ottimizzano l'uso delle energie. 

In questo caso sono piccoli uccelli di sottobosco, che abitano una zona incontaminata dell'Amazzonica centrale. Sono uccelli stanziali e i ricercatori hanno raccolto dati negli ultimi quarant'anni, misurandone la massa e registrandone la lunghezza delle ali. Intanto gli scienziati hanno raccolto i dati climatici della regione dove le precipitazioni sono aumentate del 13% nella stagione umida, e sono diminuite del 16% in quella secca e le temperature sono aumentate in entrambe, rispettivamente di 1°C e 1,65°C. 

Secondo i ricercatori questi cambiamenti nella morfologia permetterebbero agli uccelli di mantenere un volo efficiente sia in condizioni di scarsità di cibo che sotto stress termico. Infatti, diminuendo la massa e aumentando la lunghezza delle ali, si ha una riduzione del carico alare che abbassa il dispendio calorico e la produzione di calore. 

 

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti