Il giorno più lungo dell'anno

Il solstizio d'estate, giorno più lungo dell'anno, non cade sempre lo stesso giorno

Il solstizio d'estate quest’anno si verificherà martedì 21 giugno 2022 alle 11.13.

Mondo
Cilento lunedì 20 giugno 2022
di Gina Chiacchiaro
Estate
Estate © web

Evento astronomico che segna tradizionalmente l'inizio della stagione estiva nell'emisfero boreale, il solstizio d'estate è conosciuto anche come il giorno più lungo dell'anno e la data può variare.

La parola solstizio deriva dal latino sol, che significa "sole", e sistere, "stare fermo". In questa fase, infatti, i raggi del sole colpiscono la Terra con un’angolazione di 90° sino al Tropico del Cancro nell’emisfero boreale, e sino al Tropico del Capricorno nell’emisfero australe. Tale angolazione rappresenta appunto il limite massimo, dove il sole appunto "si ferma".

Nel nostro emisfero quindi il solstizio d'estate si verifica nel momento in cui i raggi del Sole colpiscono perpendicolarmente il Tropico del Cancro, offrendo il maggior numero di ore. In pratica si trova nel punto più lontano dall'Equatore e di massima elevazione sull'orizzonte, per cui i suoi raggi arriveranno a brillare per più di 15 ore. Mentre nell'emisfero boreale si verifica tutto questo, in quello australe si assiste al fenomeno opposto, ovvero il solstizio d'inverno, con il giorno più corto dell'anno. Ogni anno, infatti, si verificano due solstizi in ogni emisfero: quello d'estate nell'emisfero boreale corrisponde al solstizio d'inverno in quello australe e viceversa.

Il solstizio d'estate quest’anno si verificherà martedì 21 giugno 2022 alle 11.13.

Questo fenomeno avviene ogni anno, con un ritardo di circa sei ore sull'anno precedente. Il solstizio d'estate 2021 era infatti avvenuto il 21 giugno alle 5.31. Ecco spiegato il motivo per cui può anche accadere che un solstizio d'estate si verifichi il 20 e non il 21 giugno. Tuttavia, è sempre compreso in questi due giorni, grazie al riallineamento che l'anno bisestile porta ogni 4 anni.

Questo fenomeno ha rappresentato per millenni un appuntamento molto atteso: fin dall’antichità, infatti, i popoli si erano accorti dei cambiamenti regolari che avvenivano durante l'anno nel percorso del Sole e di come questi influenzassero le ore di luce, regalando giornate più o meno lunghe. Chi viveva nell'emisfero boreale poi, viveva questo evento atmosferico come una sorta di ritorno alla vita, con la rinascita della natura dopo l'inverno e i pleniluni estivi assumevano il nome di Luna piena delle Fragole o luna piena del Grano.

Lascia il tuo commento
commenti