Il summit anticipa il G20 di Roma in presenza del 30-31 ottobre

G20 sull'Afghanistan, le conclusioni

Una grande disponibilità degli Stati ad agire e la necessità di affrontare l'emergenza umanitaria

Mondo
Cilento giovedì 14 ottobre 2021
di Francesca Schiavo Rappo
La videoconferenza del G20 sull'Afghanistan
La videoconferenza del G20 sull'Afghanistan © web

Nella conferenza stampa di fine giornata del G20 sull'Afghanistan, tenutasi martedì 12 ottobre, il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Mario Draghi ha dichiarato che il governo italiano si è assunto l'impegno dell'uscita di 5mila persone dall'Afghanistan e che insieme a molti paesi dell' Unione Europea, si sta cercando di ottenere dal governo dei talebani la possibilità di organizzare dei corridoi umanitari.  I leader del G20 si sono impegnati a garantire assistenza umanitaria agli afghani e a promuovere i diritti umani per tutti, comprese donne, bambine e minoranze e la messa in campo di un miliardo di euro in auti per la popolazione locale e per i paesi vicini, che hanno fornito i primi aiuti. Il summit, che anticipa il G20 di Roma in presenza del 30-31 ottobre, sarà allargato a Paesi Bassi, Spagna, Singapore e Qatar, oltre che a diverse organizzazioni internazionali, tra cui Nazioni Unite, Banca mondiale e Fondo monetario internazionale, per cercare il massimo coinvolgimento possibile. L'Ue sarà rappresentata dai suoi vertici politici, Charles Michel e Ursula von der Leyen.

Lascia il tuo commento
commenti