Alice deve smaltire correttamente i medicinali scaduti

“Alice nel paese delle meraviglie” diventa attivista per l’ambiente!

L'enorme consumo di farmaci in Italia si attesta sui 21 miliardi di euro

Italia
Cilento giovedì 24 novembre 2022
di La Redazione
“Alice nel paese delle meraviglie” diventa attivista per l’ambiente!
“Alice nel paese delle meraviglie” diventa attivista per l’ambiente! © Ansa

Alice nel Paese delle Meraviglie, il famoso romanzo scritto da Lewis Carroll, a 150 anni dalla prima edizione in Italia del 1872, diventa "attivista per l'ambiente" nell'opera realizzata dall'artista siciliana Elektra Nicotra.
Il celebre romanzo ‘Alice nel Paese delle Meraviglie” dello scrittore Lewis Carroll, venne pubblicato per la prima volta nel 1865 ma in Italia arrivò solo nel 1872. Il libro narra la storia di Alice, una bimba in cerca di avventure che, cadendo all’interno di una buca, viene catapultata in un mondo fantastico.
A un secolo e mezzo dalla pubblicazione in Italia, Alice mostra di essere tutt'altro che invecchiata nell'opera di Elektra Nicotra che è una rivisitazione in chiave contemporanea di Alice in cui si trovano alcuni degli elementi chiave della fiaba: il Brucaliffo, il Bianconiglio, la Regina di cuori, ma anche il labirinto di siepi in cui si perde la ragazzina e il fungo di fronte al quale la protagonista deve compiere una scelta importante. 
Alice è alle prese con una scelta importante da fare: quella di smaltire correttamente i medicinali scaduti. In molti li gettano erroneamente nel secco non riciclabile o nell'organico credendo che alcune capsule siano biodegradabili. Questo può causare enormi danni ambientali, soprattutto se si considera che il consumo di farmaci in Italia si attesta sui 21 miliardi di euro all'anno. Una pillola per diventare più piccola, una pastiglia per diventare più grande, Alice in tutto il suo viaggio nel Paese delle meraviglie può cambiare all'occorrenza dimensioni.
Nell'opera di Nicotra tra giardini animati, scacchiere, castelli e boschi dove è sempre l'ora del tè, sono posizionati cestini per lo smaltimento dei prodotti farmaceutici e per le pillole di Alice, perché un Paese delle Meraviglie è prima di tutto un paese pulito! Quante volte è capitato di trovare in casa farmaci scaduti all'interno del mobiletto o della cassettina di pronto soccorso e di non sapere come comportarti? Molte persone ancora oggi li gettano erroneamente nel secco non riciclabile o nell'organico credendo che alcune capsule siano biodegradabili. Tutto questo può causare enormi danni a livello ambientale. L'enorme consumo di farmaci in Italia si attesta sui 21 miliardi di euro, tenendo conto che ogni giorno, nel Belpaese, se ne consumano fino a 1200. 
 

 

Elettra Nicotra  cresce in mezzo alla musica e fin da bambina s’immerge nelle più svariate forme di espressione artistica, passando dalla musica, alla moda, alla fotografia, al design e al collage art. È fashion editor, giornalista pubblicista, grafico, stilista e musicista. Collabora con l’ufficio stampa Barbara Molinario in veste di grafico, nonché con l’Associazione No Profit Road to green 2020 per la quale cura grafiche e testi. Parallelamente, è attiva nel campo musicale come cantante, compositrice e chitarrista con esperienza di quindici anni sul palco.
Elektra Nicotra ha realizzato in tutto 9 collage digitali, ognuno ispirato ad una favola, che fanno parte della collezione “Arte di scarto”. Nei nove collage digitali realizzati dall'artista, ognuno dedicato ad una fiaba classica e associato ad un particolare materiale, per spiegare il corretto modo per riciclarlo, Il progetto ideato per l’associazione ‘Road to green 2020’, si prefigge di sensibilizzare le persone al rispetto dell’ambiente e al riciclo.

 

Lascia il tuo commento
commenti