BeReal getta giù le maschere e fa spazio all’imprevisto e al reale o a quella che gli utenti chiamano normalità

Spopola BeReal, l’app dell’autenticità

Agli utenti arriverà una notifica ogni giorno che chiederà un video o una foto da condividere senza veli

Europa
Cilento martedì 20 settembre 2022
di Anais Di Stefano
Social Network
Social Network © web

Un nuovo social network pare stia prendendo piede. Stiamo parlando di BeReal, l'app francese creata nel 2020 e ora in cima alle classifiche dell'App Store (davanti a TikTok e Instagram). Cosa la contraddistingue?  L'autenticità.

I creatori stanno bussando proprio alla porta di quei ragazzi ormai stanchi di immagini perfette, contenuti mozzafiato o di mostrare online solo la parte migliore di sé. BeReal perciò getta giù le maschere e fa spazio all’imprevisto e al reale o a quella che gli utenti chiamano normalità.

Come? Agli utenti, una volta iscritti, arriva una notifica ogni giorno che dice loro che hanno due minuti per pubblicare ciò che stanno realmente facendo in quel momento. Poi, viene richiesto di scattare allo stesso tempo una foto con la fotocamera rivolta verso l'esterno del loro smartphone e un selfie. Le due immagini vengono visualizzate come una singola, con una foto posizionata nell'angolo in alto a sinistra dell'altra, come se stessimo facendo una call. Una volta che un utente ha pubblicato il proprio BeReal giornaliero, può guardare anche quello di altre persone. L'app ha due feed: uno mostra le foto di familiari e amici, l'altro permette di conoscere persone casuali che sono reali.

Se l'utente non pubblica non ci sono penalizzazioni, ma il resto del suo pubblico si chiederà il motivo. "BeReal è vita, vita reale, e questa è vita senza filtri", si legge nella descrizione ufficiale dell'app. "BeReal non ti renderà famoso. Se vuoi diventare un influencer puoi rimanere su TikTok e Instagram".

Non mancano le polemiche da parte di testate ed educatori, che si chiedono: è necessario scaricare un’app per mostrare agli altri la nostra normalità? Altri ne hanno sottolineato l'insidiosità dell’attesa, ovvero attendere tutti i giorni la notifica può renderci maggiormente dipendenti dal telefono e così continuamente di bell’aspetto per non deludere le nostre aspettative e quelle degli altri. 

Lascia il tuo commento
commenti