Siccità

Il lago di Livigno non esiste più

La foto del lago di questi giorni è l'ennesimo campanello d'allarme.

Europa
Cilento giovedì 23 giugno 2022
di La Redazione
Lago di Livigno
Lago di Livigno © web

Resta senz'acqua la Lombardia. La siccità ha fatto sparire fiumi e gran parte di alcuni laghi della regione. Tra le "vittime" c'è anche il lago di Livigno a 1.805 metri sopra il livello del mare: amato dai turisti e dai residenti, le acque rispecchiano al suo interno le montagne circostanti.

Oggi lo stupore delle tante persone arriva purtroppo dalla distesa di terra al posto del lago. Colpa dell'allarme siccità iniziata già lo scorso gennaio in Lombardia: a Livigno non è mancata la neve durante l'inverno ma le temperature sono comunque state spesso oltre la media stagionale. La foto del lago di questi giorni è l'ennesimo campanello d'allarme.

"La situazione è più drammatica di quello che possa apparire", ha dichiarato nei giorni scorsi il presidente lombardo Attilio Fontana. Lombardia, Piemonte e Veneto hanno chiesto lo stato di emergenza: secondo i dati forniti da Coldiretti, la precipitazioni primaverili si sono più che dimezzate.

"Viviamo una crisi idrica la cui severità si appresta a superare quanto mai registrato dagli inizi del secolo scorso", ha scritto Ettore Prandini, numero uno dell'associazione di rappresentanza dell'agricoltura italiana, nella lettera inviata al presidente del Consiglio Mario Draghi. Per il governatore Fontana la siccità sarà "ancora gestibile per i prossimi 10, massimo 15 giorni" poi la situazione rischia di precipitare.

Lascia il tuo commento
commenti