Un Anno europeo dei giovani renderebbe onore agli sforzi che hanno compiuto per superare gli ostacoli causati dalla pandemia

2022, anno europeo della gioventù

Dare voce ai giovani per un'Unione più inclusiva, verde e digitale

Europa
Cilento venerdì 07 gennaio 2022
di Anais Di Stefano
Europa e giovani
Europa e giovani © Web

«Il periodo della pandemia è stato particolarmente difficile per i giovani: hanno dovuto affrontare la chiusura delle scuole, molto spesso non hanno potuto praticare i loro hobby e hanno avuto difficoltà a incontrarsi con gli amici. Meritano un Anno europeo che li metta al centro dell'attenzione, e meritano di essere ascoltati quando i decisori dell'UE si apprestano a definirne le politiche» - ha dichiarato Simona Kustec, ministra slovena dell'Istruzione, della scienza e dello sport.

Così il 2022, l’anno europeo dedicato ai giovani, renderebbe onore agli sforzi che hanno compito negli ultimi anni. Sarà incentrato sul ripristino di prospettive per i giovani europei che hanno subito conseguenze negative dall'impatto della pandemia, affrontando limitazioni nell’istruzione, per l’accesso al mercato del lavoro o nel fare nuove conoscenze. Perciò sarà il momento di dare loro voce, coinvolgendoli nei processi di consultazione chiave come la Conferenza sul futuro dell'Europa, e in altre politiche a livello europeo, nazionale e locale. 

L'Anno europeo della gioventù includerà conferenze e iniziative per promuovere la partecipazione dei giovani al processo decisionale, oltre a campagne di sensibilizzazione per un'Unione più inclusiva, verde e digitale e a studi e ricerche sulla situazione dei giovani nell'UE. 

Lascia il tuo commento
commenti