D’un tratto appare una locomotiva che, arrivando dal fondo dell’immagine ad alta velocità, finisce per infrangersi nella parte sinistra dello schermo

L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat

La leggenda narra che, quando il film fu proiettato per la prima volta, le persone del pubblico fuggirono via in preda al terrore, perché convinte che il treno potesse investirle davvero

Europa
Cilento giovedì 06 gennaio 2022
di La Redazione
L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat di Auguste e Louise Lumiere
L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat di Auguste e Louise Lumiere © web

Il 6 gennaio 1986 veniva proiettato per la prima volta uno dei più famosi cortometraggi francesi di Auguste e Louis Lumiere. Il cortometraggio muto del treno che arriva alla stazione di Ciotat dura appena 50 secondi, ma fu una vera e propria rivoluzione nella storia del cinema.

Si vede un binario, ripreso da un’efficace prospettiva diagonale, mentre sulla piattaforma di attesa alcune persone (tra le quali c’è Jeanne, la sorella di Louis e Auguste Lumiere), aspettano l’arrivo del treno.

D’un tratto appare una locomotiva che, arrivando dal fondo dell’immagine ad alta velocità, finisce per infrangersi nella parte sinistra dello schermo, per poi sparire fuori campo. Il treno rallenta, i vagoni, adesso visibili, rallentano fino a fermarsi. La parte centrale dello schermo, fino a quel momento vuota e statica, si gremisce di viaggiatori che scendono, mentre gli assistenti aiutano altri passeggeri a salire.

La leggenda narra che, quando il film fu proiettato per la prima volta, le persone del pubblico fuggirono via in preda al terrore, perché convinte di poter essere investite davvero dal treno in arrivo. 

Cominciava a diventare chiaro che, pur trattandosi soltanto di immagini proiettate su un telo, la potenza realistica dell’invenzione rendeva lo spettacolo qualcosa di molto di più di una semplice illusione.

Guarda il video qui: https://www.youtube.com/watch?v=-t1fztfz96A

 

Lascia il tuo commento
commenti