C'è la volontà di tornare a un simbolo della Rivoluzione francese

La bandiera francese cambia colore

Macron ha cambiato il blu della bandiera francese oltre un anno fa, ma nessuno se ne è accorto. Ha preferito al blu chiaro un blu marino, più scuro

Europa
Cilento venerdì 19 novembre 2021
di Anais Di Stefano
Bandiera francese
Bandiera francese © Web

Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha cambiato la tonalità del blu della bandiera nazionale. Lo ha fatto oltre un anno fa, nel luglio 2020, ma senza comunicarlo ai media e nessuno si è mai accorto di questo dettaglio.

La bandiera francese è composta da tre bande verticali di pari dimensioni e partendo dall'asta i colori sono: blu, bianco e rosso. Emblema nazionale della Quinta Repubblica, la bandiera è nata, sotto la Rivoluzione francese, dall'unione dei colori della città di Parigi (blu e rosso) e del colore della casata dei Borbone (bianco); negli anni a venire, con la caduta definitiva del sistema monarchico in Francia, il colore bianco venne attribuito a Giovanna d'Arco. Il blu era anche contenuto in epoca medievale e nella prima età moderna all'interno dello stemma reale. Oggi è stato sostituito il blu chiaro con un blu marino, o navy, più scuro e sventola su tutti gli edifici pubblici.

Secondo Europe 1, Macron ha preso questa decisione per diverse ragioni. La prima è estetica: il capo dello Stato ritiene che il blu marino sia più elegante. La seconda è invece più storica e politica: il blu marino era quello della bandiera del 1793. C'è dunque la volontà di tornare a un simbolo della Rivoluzione francese. Il blu marino, infatti, è rimasto sulla bandiera nazionale fino al 1976, anno in cui il presidente Valery Giscard d'Estaing lo fece sostituire con un blu cobalto per abbinarlo meglio al blu della bandiera europea.

 

Lascia il tuo commento
commenti