Quest'anno è stata insignita del Premio Principessa delle Asturie per lo Sport

Cosa ci insegna la nuotatrice Teresa Perales

Teresa Perales, atleta paralimpica spagnola più premiata, lancia un messaggio di forza nuotando e sorridendo di continuo

Europa
Cilento lunedì 08 novembre 2021
di Anais Di Stefano
Teresa Perales in un'intervista
Teresa Perales in un'intervista © Web

27 medaglie in carriera, Teresa Perales, atleta paralimpica spagnola più premiata, lancia un messaggio di forza e coraggio a tutti noi. Autrice del libro "La forza di un sogno", in cui ha raccontato la sua esperienza di donna e sportiva, ha perso l'uso delle gambe a 19 anni, in seguito ad un incidente. Da allora, la sua vita cambia radicalmente: tutto ciò che prima sembrava accessibile, smette di esserlo. Fino a che scopre il nuoto, un amore che definisce “per caso”: «Volevo fare atletica, ma era troppo costoso. Mi piacevano molto l'atletica, la velocità, vedere gli atleti gareggiare sulle loro sedie a rotelle. Era però molto più costoso. Poi in estate avevo cominciato a nuotare con un giubbotto di salvataggio, e dopo le prime bracciate ho capito che mi piaceva la sensazione di galleggiare. Mi piaceva la libertà che sentivo nell'acqua quando mi muovevo. E così, quando sono entrata in piscina mi sono detta: "È questo che voglio fare: voglio imparare a nuotare!". Volevo solo nuotare bene, non avevo intenzione di gareggiare, ma una cosa tira l'altra e ho visto che il cronometro si fermava sempre prima. Mi piaceva molto e così ho iniziato a gareggiare». 

È a questo punto che in Teresa scaturiscono forza interiore, volontà, motivazione. Così man mano che affronta le gare comprende che: «Né la sedia a rotelle né la disabilità mi hanno mai definita come persona. Sono solo dei compagni di viaggio, che sono con me in ogni momento». E allo stesso tempo lancia un messaggio importante, esortandoci a non perdere mai il sorriso perché è contagioso: «Quando sorridi, la persona di fronte a te ricambia il sorriso. È come fare un regalo».

Quest'anno è stata insignita del Premio Principessa delle Asturie per lo sport. Un prestigioso premio internazionale assegnato ogni anno nella Regione Autonoma Spagnola Asturie dalla Fondazione Principessa delle Asturie. Ci sono otto categorie: arte, letteratura, sport, pace e armonia, ricerca tecnica e scientifica, comunicazione e scienze umane, cooperazione internazionale e scienze sociali. A Teresa, la giuria ha riconosciuto spirito e straordinario esempio. 

Lascia il tuo commento
commenti