Dal numero dei "Piccoli Mensile" Luglio-Agosto 2008.

San Matteo Evangelista: il Cilento, casa sua per 4 secoli

Ma cosa hanno in comune il Cilento e San Matteo?

Archivio I Piccoli
Cilento martedì 21 giugno 2022
di La Redazione
San Matteo Cilento
San Matteo Cilento © web

Il Cilento è una terra ricca di storia e di tradizioni che si tramandano da generazioni. Ogni leggenda, ogni racconto è un perfetto intreccio di verità e mistero che forse non decifreremo mai ma a noi sta bene così.

Questa storia è legata alla figura di un personaggio molto importante per tutti i cattolici, l'Apostolo ed Evangelista Matteo, meglio conosciuto come Levi, l'esattore delle tasse. Ma cosa hanno in comune il Cilento e San Matteo?

Siamo nel 954 d.C.. Atanasio è un monaco che abita il Cilento antico. Un giorno si reca a far visita a sua madre, Pelagia, che gli racconta di un strano sogno: ha incontrato l'apostolo Matteo che le indicava il luogo in cui è stato sepolto e dimenticato per quasi quattro secoli Atanasio che ha un gran fiuto per gli affari, soprattutto per quelli che rendono ricchi, si reca subito nel luogo esatto descrittogli dalla madre e comincia la ricerca. Dietro ad una grande lastra di marmo trova le spoglie dell'evangelista e pensa di vendere i sacri resti dell'apostolo in cambio di parecchi denari. Così decide di partire e s'imbarca su una nave. Forse per sfortuna o semplicemente perché non era il volere di Dio, appena la nave prende il largo si scatena una terribile tempesta che lo costringe a far ritorno a Velia. Qui il  monaco nasconde le spoglie del santo in una vecchia cappella di quella che è oggi Casal Velino Marina. La voce del ritrovamento delle spoglie del santo si diffonde in un batter d'occhio per tutto il Cilento giungendo fino al l'orecchio del Vescovo di Capaccio che, poco convinto della santità di Attanasio,

LA CAPPELLA DI SAN MATTEO decide di trasportare i resti mortali del santo a Salerno. Da allora quella piccola cappella sperduta diventata per tutti la Cappella di San Matteo.

Lascia il tuo commento
commenti