Un piccolo lieto fine nella Storia senza fine della guerra

Il viaggio di Hassan

Ci vuole tanto coraggio a lasciare, a 11 anni, la propria casa, la propria famiglia, gli amici, avendo nel cuore la paura di non vederli mai più

Archivio I Piccoli
Cilento mercoledì 03 aprile 2024
di Francesca Schiavo Rappo
"Hassan" alla frontiera slovacca © web

Secondo gli utlimi dati Onu, sono più di 5 milioni le persone in fuga dalla guerra russa in Ucraina. Tra di loro ci sono molti bambini, minori che le famiglie cercano di salvare dall'orrore e dall'insensatezza della violenza. 

Alcuni giornali lo hanno chiamato Hassan, ma questo non è il suo vero nome ed in fondo il suo nome non ha importanza. È partito da Zaporizhzhia, città ucraina sede dell'impianto nucleare che la settimana scorsa è stato colpito dai bombardamenti dell'esercito russo. A 11 anni è arrivato in Slovacchia dall'Ucraina orientale, percorrendo da solo più di 1000 chilometri. Uno zainetto in spalla, i documenti in un sacchetto, un indirizzo in tasca ed un numero di telefono scritto sul dorso della mano. Sua madre Yulia lo ha accompagnato alla stazione e lo ha messo sul primo treno, poi si è affidata alla speranza.

Il viaggio di "Hassan" è il viaggio di milioni di profughi nel mondo che lasciano le proprie terre dilaniate e i propri affetti più cari per andare incontro all'ignoto. Ma Hassan è un bambino, ed è per questo che il suo viaggio ha qualcosa di ancora più eroico. Ci vuole tanto coraggio a lasciare, a 11 anni, la propria casa, la propria famiglia, gli amici, avendo nel cuore la paura di non vederli mai più.

Una volta arrivato al confine Hassan è stato accolto dai volontari e dai funzionari di frontiera, che lo hanno rassicurato ed hanno poi contattato i suoi parenti a Bratislava. 

Ora lui è al sicuro e sua madre Yulia, in un videomessaggio pubblicato sulla pagina Facebook del Ministero dell'Interno slovacco, ha ringraziato tutti coloro che se ne sono presi cura. 

Un piccolo lieto fine nella Storia senza fine della guerra. 

 

Lascia il tuo commento
commenti